Cos’è la Multivisione?

Fotografia, video, testo, grafica, musica: queste sono le componenti artistiche che formano la multivisione.

Emozionare, sorprendere, in qualunque settore, artistico o meno, è sempre molto difficile. A maggior ragione di fronte a un pubblico sempre più colto, raffinato, smaliziato ed esigente. Di qui la difficoltà di produrre opere soddisfacenti, dal momento che per la realizzazione dei lavori multimediali sono necessarie profonde conoscenze in campi diversi.
     Che si tratti di una semplice sequenza di immagini con sottofondo musicale oppure di una creazione complessa, l’obiettivo principale di questa forma di espressione è quello di comunicare una visione personale del mondo.
     Una ricerca fotografica, il racconto di una storia, la visualizzazione di uno stato d’animo, sono solo alcuni dei possibili percorsi che vengono proposti in modo originale dall’artista.

Nel tempo il mio stile si è perfezionato soprattutto nel racconto fotografico; mi sono perciò concentrato sugli elementi di base di questa forma d’arte: la fotografia, la musica e il contenuto culturale, portandoli a valori di assoluta qualità.

     La volontà  di creare un forte coinvolgimento emotivo mi ha sempre spinto a permeare il tutto di una particolare influenza poetica.
     Dal punto di vista tecnico, all’inizio del nuovo millennio, le batterie di proiettori per diapositive sono state sostituite dai video proiettori ad alta definizione, i registratori audio dai files digitali e le centraline elettroniche dai computers.
     Anche la regia ha subìto un adeguamento alle nuove forme espressive messe a disposizione dalla tecnologia; tutto questo ha richiesto un notevole sforzo in termini di apprendimento e di sviluppo.
     È quasi impossibile spiegare a parole il forte impatto che provoca la visione di una proiezione ben realizzata. È per questo che vi invito, se non l’avete ancora fatto, a provare a viverlo di persona assistendo ad uno dei miei spettacoli.

Realizzazioni

Di seguito i principali lavori multivisivi realizzati in questi anni di studio e sperimentazione. I temi spaziano dalla natura alla ricerca etnica, dall’arte alla storia.

Natura

Alla scoperta del magico mondo della Natura. Dal micro-cosmo degli insetti ai grandi animali della savana; dagli austeri paesaggi nordici alle dolci atmosfere delle nostre colline; dai colori dei fiori a quelli dei pesci marini. Queste proiezioni offrono l’occasione di osservare da vicino le meraviglie del nostro affascinante ambiente.

“L’integrità del pianeta è uno degli argomenti che più mi sta a cuore. Nel presentare i miei reportage naturalistici l’intento è quello di mostrare i luoghi e le creature più belle del nostro mondo al fine di sensibilizzare l’uomo alla loro salvaguardia. Non poteva perciò mancare una ricca raccolta di lunghe e laboriose riprese fotografiche, testimonianza degli ambienti più diversi.”

Reportage

Viaggiare è da sempre il sogno di tutti: la multivisione dà l’opportunità di farlo facendo rivivere le emozioni trasmesse dal contatto con mondi lontani e diversi dal nostro. Viaggi brevi ma particolarmente intensi, dove la musica gioca un ruolo fondamentale nel ricreare una incredibile e suggestiva atmosfera.

“Ho visitato diversi paesi principalmente nel continente africano e asiatico e al ritorno ho cercato di tradurre le mie esperienze in lavori che avessero un contenuto culturale e documentaristico. Alle volte ho raccontato direttamente le mie emozioni; altre volte ho arricchito i contenuti con citazioni di personaggi famosi. In alcuni ho lasciato solo l’incanto della musica a sottolineare questi viaggi interiori. Nel mio percorso ho raccontato e visualizzato alcuni tra i luoghi più belli e più ricchi di tradizioni del pianeta.”

Arte e Storia

Una finestra aperta sul mondo che ci circonda, con l’intento di creare un’opportunità di maggiore riflessione nei confronti di problematiche sociali come la guerra, l’infanzia, l’emarginazione. Ma anche un inedito veicolo per scoprire la magia, la storia e il valore di altre forme artistiche come la musica, la pittura o la danza.

“La creatività è l’espressione più personale che possiamo mettere a disposizione di chi si avvicina a questo forma di comunicazione. Mi è parso perciò quasi inevitabile esplorare il rapporto tra il nostro intimo e l’ambiente in cui viviamo. L’ho fatto con riflessioni a volte forti, a volte poetiche, ma sempre proposte con grande umiltà.”

Conformazione di uno spettacolo

Gli spettacoli generalmente sono costituiti da rappresentazioni serali in luoghi opportunamente oscurati e durano circa un’ora e mezza.
Vengono inserite nel programma 4 o 5 proiezioni, che hanno una durata che va dai 6 ai 15 minuti ognuna. Una breve presentazione introduce l’argomento trattato.
Nella programmazione delle serate i lavori sono scelti in modo da offrire un esempio di tutte le tematiche sviluppate nel tempo, fornendo così al pubblico un’idea globale della potenzialità emotiva ed espressiva della multivisione.
A richiesta è comunque possibile proporre delle serate su un tema specifico.

Normalmente gli enti interessati agli spettacoli sono:
• Assessorati alla Cultura
• Biblioteche
• Circoli fotografici
• Organizzatori di eventi artistici e culturali
Oltre settecento tra serate personali e partecipazioni a manifestazioni multivisive hanno confermato la validità del messaggio proposto.

Percorso nella multivisione

     Nel 1992 ho dato vita all’Associazione Culturale “Marco Polo Multivisioni”.
L’obiettivo statutario è quello di promuovere tutti gli aspetti della cultura e dell’arte legati all’espressione multivisiva, contribuendo alla creazione di nuovi punti di riferimento nel panorama nazionale.
Diverse collaborazioni con altri fotografi e artisti e la creazione di scenografie multivisive per concerti di musica etnica e new-age hanno allargato nel tempo il modo di interpretare la multivisione.

     L’istituzione di seminari indirizzati all’apprendimento delle tecniche per la realizzazione di lavori multivisivi ha contribuito a diffondere questa particolare forma di espressione.

     L’organizzazione di festivals e rassegne è servita a far conoscere al pubblico Italiano alcuni tra i più importanti autori italiani e stranieri. Alcune esperienze sono state più importanti di altre, per esempio la creazione e l’organizzazione di Fantadìa, festival Internazionale di Multivisione con sede ad Asolo.
La manifestazione, nata nel 1996 in collaborazione con Francesco Lopergolo del Parallelo Multivisioni, ha vissuto il massimo successo nel 2001 dove le installazioni collocate in vari luoghi del centro storico hanno coinvolto l’intera cittadina, in un contesto ambientale unico e di rara bellezza artistica ed architettonica.

La rappresentazione di inediti spettacoli multimediali ha proposto il suggestivo e felice connubio tra la multivisione e altre forme artistiche quali la danza e la musica dal vivo. Autori Americani, Australiani, Austriaci, Francesi, Inglesi, Italiani, Norvegesi, Scozzesi e Tedeschi hanno proposto il meglio della multivisione mondiale mostrando opere e spettacoli di altissimo livello.

     Un’altra interessante e creativa esperienza è stata la realizzazione delle scenografie multivisive per gli spettacoli del gruppo musicale BARBAPEDANALa formazione, che ha all’attivo diverse incisioni, ripropone le tradizioni musicali e popolari dell’Est Europa, interpretando la musica balcanica e klezmer; ogni concerto si sviluppa attorno ad una storia, raccontata da importanti attori di teatro.

Per le scenografie multivisive abbiamo fatto ricorso ad immagini di grande effetto grafico proiettate sulle pareti delle sale, dando luogo ad una atmosfera senza confini. Così come l’utilizzo di immagini reali riferite all’ambiente dove le musiche sono nate, proiettate in schermi appositamente studiati, hanno donato uno spessore altamente culturale all’evento. Oltre cento rappresentazioni in varie città d’Italia hanno sancito la validità di questa proposta.

     Molte sono state anche le organizzazioni di rassegne e spettacoli. In particolare:

  • IMAGO MUNDI, rassegna internazionale – Teatro comunale di Falzè di Trevignano (TV) – Giunta alla 20ª edizione  (vedi)
  • ALLA SCOPERTA DELLA MULTIVISIONE, rassegna nazionale – Auditorium comunale di Feletto (UD) – Dal 2001 al 2014
  • SULLE ALI DELLE EMOZIONI, rassegna nazionale – Auditorium comunale di Remanzacco (UD) – Giunta alla 10ª edizione
  • ANIMA MUNDI, rassegna nazionale – Villa dei Manzoni ai Patt di Sedico (BL) – Giunta alla 5ª edizione  (vedi)

Corsi e seminari

     Ho organizzato e presieduto in varie città d’Italia diversi seminari rivolti all’apprendimento delle Tecniche per la Multivisione.

Inizialmente in collaborazione con A.I.D.A.M.A. (Associazione Italiana Degli Autori di Multivisione Artistica) e Francesco Lopergolo del Parallelo Multivisioni e successivamente per conto mio.

Questi corsi hanno consentito ai principianti di avvicinarsi a questa forma di espressione e ai più esperti di perfezionare le proprie tecniche, utilizzando delle chiavi di lettura semplici ma fondamentali.

     Ho inoltre partecipato, come esponente dell’Associazione, all’organizzazione e alla docenza di un corso specializzato della durata di 400 ore per lo I.A.L. (Istituto di Avviamento al Lavoro) di Pordenone per la creazione di una nuova figura da inserire nel mondo professionale: quella di creativo multivisivo.

Per ulteriori informazioni sulla multivisione e sui corsi o per ospitare una serata:
art@marcopolomultivisioni.it
error: Content is protected !!